Film sulla tossicodipendenza: Belli e Dannati, un film alla Shakespear

film sulla tossicodipendenza

Belli e Dannati è un film sulla tossicodipendenza molto particolare per le sue caratteristiche

Parlando di film sulla tossicodipendenza abbiamo già parlato di Amore Tossico, un film neorealistico molto bello sull’abuso di droga pesante nell’Italia degli anni 70-80. Belli e Dannati, titolo originale in inglese My Own Private Idaho, è un film decisamente differente rispetto al precedente perché sebbene venga trattato l’argomento in modo abbastanza realistico rapresenta una versione più romanzata rispetto a quello italiano. Alla fine si tratta di due prodotti cinematografici completamente differenti non fosse altro perché il film di Gus Van Sant ha come soggetto l’Enrico IV di William Shakespear. Naturalmente questo è un punto a favore per il lavoro uscito nel 1991.

Trama

Belli e Dannati è un film sulla tossicodipendenza che parla di due amici, Mike Walters interpretato da River Phoenix mentre  Keanu Reeves nel ruolo di Scott Favor interpretato da  accomunati dal consumo di sostane stupefacenti ma differenti per estrazione sociale ed orientamento sessuale nella Seattle degli anni 90. Sebbene entrambi si prostituiscano per riuscire ad acquistare la droga Mike Walters è un omosessuale affetto da narcolessia fu abbandonato da bambino ma sempre con il sogno di ritrovare la madre mentre Scott Favor è il figlio del sindaco di Portland. La loro vita cambierà in due viaggi che effettueranno il primo nell’Idaho alla ricerca del fratello di Mike e l’altro in Italia alla ricerca della madre di Mike. Scott a Roma non incontra la madre ma Carmela, la donna che gli cambierà la vita lasciando l’ex amico Mike da solo in Italia senza alcun aiuto.

Curiosità

I due principali attori sono, come detto in precedenza, Keanu Reeves e River Phoenix ma vi sono una serie di altri attori che hanno comunque rivestito un’importanza marginale ma comunque importante per la storia. Tra questi attori minori c’è il cantante Massimo di Cataldo nel ruolo di un omosessuale tossicodipendente italiano. Un fatto che sta dietro a Phoenix è che morì a soli 23 anni di overdose.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *