Film di fantascienza anni 50: ecco a voi il meraviglioso Uomini sulla Luna

film di fantascienza anni 50

I film fantascienza anni 50 sono davvero delle ottime pellicole. La donna ape è un ottimo

I film fantascienza anni 50 sono delle pellicole molto ben fatto in un periodo in cui il mondo si stava riprendendo dal secondo conflitto mondiale e tutto ciò che voleva sentire erano storie fantastiche su creature mostruose o comunque poco coerenti con la realtà, uomini che diventavano super grazie alle radiazioni ma soprattutto la scoperta dello spazio e le strane creature che lo abitavano. In tutte queste pellicole c’era la voglia di fidarsi nella tecnologia e nelle eccezionali scoperte scientifiche come il robot di Tobor, la scoperta di nuovi mondi e moltissimo altro ancora.

Film fantascienza anni 50: Uomini sulla Luna

Uomini sulla Luna è probabilmente il film della maturità del talentuoso attore e regista Irving Pichel nel 1950. Come accennato in precedenza, questa pellicola rappresenta una vera e propria pietra miliare per questo genere perché il film è molto ben fatto sia per la scelta degli attori sia per le varie ambientazioni. La trama di questo film si basa sulla voglia del generale Thayer di esplorare il cosmo. In primo luogo riesce a convincere il Governo ed il Congresso a lanciare un satellite ma un sabotaggio vanificò l’operazione. Ma non demorde e riesce ad ottenere addirittura il viaggio verso la Luna con una squadra formata da Barnes, Cargraves, il generale Thayer ed il tecnico Sweeney.

Attori:

  • John Archer: Jim Barnes;
  • Warner Anderson: Dr. Charles Cargraves;
  • Tom Powers: Generale Thayer;
  • Dick Wesson: Joe Sweeney;
  • Erin O’Brien-Moore: Emily Cargraves;

Film fantascienza anni 50: un film da Oscar

Questo film vinse un premio Oscar, uno dei primi della storia per gli effetti speciali, ed un grandissimo successo tanto che dopo vari anni ancora ne parliamo, lo vediamo e lo amiamo. Questo è uno dei tanti film che saranno presenti nella televisione in streaming Canale 8 che sta per partire.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *