Il Corvo: auguri Brandon Lee

il corvo

Oggi è il compleanno di Brandon Lee, 1 febbraio 1965, il Corvo continua a volare però

Uno tra gli elementi che hanno reso il Corvo, un film eccezionale ed indimenticabile è la sua storia strugente di un amore interrotto e la voglia di poter riposare vendicando la morte della sua bella. In effetti non è facile creare una favola gotica mantenendo allo stesso tempo entrambe le caratteristiche. Il Corvo nasce prima come fumetto dalla penna di James O’ Barr e disegnato alla fine degli anni ottanta tra il 1988 ed il 1989 per la casa editoriale Caliber Comics. Il personaggio principale è Erick Draven ma la storia si rifà ad una serie di scrittori molto importanti tra i quali ricordiamo William Blake e Charles Baudelaire anche se è molto probabile che la sua maggiore fonte di ispirazione è stata la cultura popolare degli anni ottanta.

Erick Draven è un amante della musica e soprattutto del rock ma la sua passione principale è Shelly Webster, la sua promessa sposa. Ma Detroit è acciaio lucente e non perdona soprattutto se infestata dai malavitosi che imperversano arrecando vari lutti alla popolazione. Proprio in questo contesto arriva il tragico avvenimento della violenza perpetuata da Tom Tom, T-Bird, Top Dollar, Funboy e Tin Tin che uccidono Shelly dopo averla violentata ripetutamente nell’appartamento della coppia. La stessa fine tocca ad Erick che però prima di morire all’ospedale invoca il corvo sussurrando ripetutamente”il corvo ha detto di non guardare”.  Questo è un distaccamento dalla trama del fumetto perché sulla carta i due vengono aggrediti per strada.

Passa un anno e Erick viene riportato in vita dal corvo per mettere i conti in pari e vendicarsi dei cinque criminali che si sono macchiati di questo orribile crimine.  Erik dopo la trasformazione ne il Corvo acquista poteri sopranaturali come la possibilità di guarire e non sentire dolore. Riesce inoltre ad avere una grande forza ed un’agilità eccezionale oltre al fatto  di poter vedere direttamente dagli occhi del pennuto.Il suo aspetto è lugubre con la faccia da pierrot e vestiti neri e laceri cominciando da subito a vendicarsi. Finita la vendetta lui torna nel mondo dei morti con l’anima in pace. Durante le riprese del film Brandon Lee fu colpito da pallottole vere al posto di quelle a salve.

In molte leggende il Corvo è un animale in grado di risvegliare le anime dei morti per vendicarsi e trovare finalmente la pace. Attenzione è necessario ricordare che noi di 4saltialcinema non parliamo mai del finale in modo tale da non togliere il piacere della sorpresa a chi deciderà di vederlo.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *